locandina-Spiedo-della-solidarieta-2-piccola

Spiedo della solidarietà

“Accendiamo una luce negli occhi di chi non vede”

Cogliete questa golosa occasione! Sostenete il Servizio Cani Guida dei Lions, vi aspettiamo alla Casa dei Serlesi, Frazione Villa di Serle in provincia di Brescia.

locandina Spiedo della solidarieta 2

Claudia-con-SPEEDY-e-Giovanni-con-RAJA

Un cane guida per Claudia e uno per Giovanni

Due incontri tanto attesi! Claudia con il suo cane Speedy e Giovanni, con Raja, vi salutano da Orbassano (Torino) e Santa Croce Camerina (Ragusa). Due storie nate grazie al vostro sostegno e alle vostre donazioni!
Facciamone nascere tante altre!

Claudia-con-SPEEDY-e-Giovanni-con-RAJA

G&S_A3_gara23ottobre_2017-2

Golf e Solidarietà – Gara speciale

Vi aspettiamo lunedì 23 ottobre per un’appassionante gara di golf & solidarietà. Parteciperete a un evento speciale per sostenere il servizio Cani Guida dei Lions.

Gara di Golf e Solidarietà

Giovanni-Fossati-mod

Cani guida per non vedenti

Giornale di CantùIl personaggio

Cantù, 23 settembre 2017 – (scarica pdf, 88Kb)

Cani guida per non vedenti: il centro più grande d’Europa è guidato da un canturino.

Giovanni Fossati, Presidente

Vedere il mondo attraverso gli occhi di un amico a quattro zampe. Giovanni Fossati, nato a Cantù classe 1942, è da anni impegnato in un’attività di beneficenza che unisce i non vedenti ai cani, «angeli a 4 zampe». Ogni giorno, questi bellissimi animali, dimostrano l’amore, l’affetto e il grande aiuto che possono trasmettere senza neanche rendersene conto. Tutto questo è reso possibile dal Servizio Cani Guida per ciechi dei Lions con sede a Limbiate, di cui Giovanni è presidente da ben 9 anni.

Come e quando è nata l’associazione?
«Nel 1959 è nato il Servizio Cani Guida per ciechi. Il fondatore è stato Maurizio Galimberti, un pilota della Seconda Guerra Mondiale. Durante un volo in aliante ha avuto un incidente ed è rimasto cieco. Sapendo che in Germania c’era una scuola di cani guida per non vedenti si fece assegnare un cane. Una volta tornato in Italia si rese conto di quanto fosse soddisfatto del lavoro svolto per lui da suo amico a 4 zampe e così decise di aprire una scuola nel nostro Paese tramite l’aiuto dei Lions italiani. Ad oggi il nostro centro è tra i più importanti in Europa».

Dove si trova e come è strutturata la scuola per i cani guida?
«Attualmente si trova a Limbiate. All’interno ci sono 5 sale parto, una nursery dove facciamo crescere i cuccioli, 4 appartamenti dove ospitiamo i ciechi insieme ai loro cani, i canili, gli uffici e un percorso ad ostacoli esterno dove inizia l’addestramento del cane».

Come viene finanziato il centro?
«Attualmente i dipendenti regolarmente assunti sono 15. I lavori che abbiamo realizzato sono tanti e tra questi ci sono anche i canili nuovi. Ci teniamo a creare un ambiente consono alla sicurezza e al benessere dei nostri cani. Tutto questo è reso possibile grazie agli aiuti economici di Lions e Leo, che sono i giovani Lions, di privati e di altri enti o aziende che apprezzano il nostro operato. Questi aiuti sono fondamentali per il nostro service, anche perchè un cane addestrato ha un costo di circa 25.000 euro».

Come avviene l’addestramento di un cane?
«I nostri cani, che a me piace chiamare “Angeli a 4 zampe”, vengono fatti nascere e crescere per i primi 3 mesi all’interno del nostro centro. In questo periodo vengono piano piano abituati ai rumori che potrebbero incontrare una volta fuori dalla scuola. In questo modo non avranno nessuna difficoltà quando faranno da guida a un non vedente. Dopo questo primo periodo vengono affidati, fino all’anno di età, a delle famiglie, chiamate Puppy walker, che lo fanno crescere affiancate dal nostro personale. Ci tengo a ringraziare di cuore queste famiglie perchè svolgono un lavoro davvero prezioso per noi. Quando il cane ha compiuto un anno deve tornare al centro, dove viene sottoposto ad alcuni controlli. Anche solo un minimo problema potrebbe compromettere il suo addestramento, in quanto anche un piccolo “difetto” può essere trasmesso al non vedente. Se il cane risulta idoneo allora si passa alla fase più importante: quella, appunto, dell’addestramento. Per circa tre mesi gli viene insegnato come evitare gli ostacoli nel percorso appositamente costruito all’interno del centro. I mesi successivi, invece, i nostri addestratori li portano in città tutte le mattine tramite i nostri mezzi, così che possano imparare anche sul campo».

Come avviene la consegna di un cane guida?
«Il non vedente deve sottoporsi a un colloquio con uno psicologo, in modo da definire al meglio quale cane assegnargli. Il cieco e il cane devono infatti essere affini sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista caratteriale. Una volta che si è stabilito questo aspetto importantissimo il cane viene consegnato in comodato gratuito e per circa una decina di giorni il non vedente e la sua guida a 4 zampe devono alloggiare in uno degli appartamenti presenti nel centro. In questo modo il nostro personale li può assistere nella creazione del legame e, soprattutto, può insegnare al non vedente tutti i comandi necessari per guidare il cane».

Cosa si prova quando viene consegnato un cane?
«La consegna del cane è uno dei momenti più emozionanti. Quando il non vedente mi abbraccia e mi ringrazia capisco quanto sia importante quello che faccio. Tutto il tempo che dedico a questa attività viene sempre ripagato da questi gesti. Mi rendo conto che un cane guida può ridare la vita e due occhi a chi non li ha più».

Quanti cani vengono addestrati nel centro?
«Ogni anno addestriamo e consegnamo gratuitamente in tutta Italia 50 cani. Ad oggi siamo a 2.110 cani consegnati. La lista d’attesa dei non vedenti è sempre lunga. Attualmente quelli che aspettano un cane sono 130.»

Siete stati ricevuti da Papa Francesco: com’è stata questa esperienza?
«A febbraio siamo stati ricevuti per la seconda volta dal Santo Padre. Sono andato insieme a un non vedente e il suo cane guida. L’emozione è stata tanta e ci ha spronati ad andare avanti e ad informarlo sui progressi del Servizio».

Edoardo Stoppa è il testimonial del Servizio: com’è nata la collaborazione?
«Dopo un servizio realizzato per Striscia la Notizia proprio sul centro, Edoardo è rimasto colpito da quello che facciamo. Quando gli abbiamo fatto la proposta ha accettato con entusiasmo.»

Cosa si augura per il futuro?
«L’obiettivo che mi piacerebbe raggiungere è quello di diminuire la lista d’attesa dei non vedenti».

 

IX Trofeo di Tennis Giallo dell'Amicizia Lionistica

IX Trofeo di Tennis Giallo dell’Amicizia Lionistica

Grazie al Circolo Tennis Selva di Fasano che con questo bellissimo torneo contribuisce a sostenere l’impegno del Servizio Cani Guida dei Lions di Limbiate (MI).
Si tratta sicuramente di un’ottima occasione per divertirsi, aperta a tutti i soci Lions e Leo.

> SCARICA LA LOCANDINA (pdf 926 KB) 

IX Trofeo di Tennis Giallo dell'Amicizia Lionistica

Cane guida per ciechi dal Servizio Cani Guida dei Lions di Limbiate - Zak

Brava Fabiana, a te uno splendido cane guida dal nome Zak!

Un caro saluto a Fabiana da tutti noi del Servizio Cani Guida dei Lions di Limbiate.
A Fabiana è stato assegnato Zak, uno splendido cane guida che la accompagnerà fedele in ogni momento della giornata.

Nuovo cane guida per ciechi del del servizio Cani Guida dei Lions

nuovo cane guida per ciechi del del servizio cani guida dei Lions

Nuovo cane guida per 3 amici ciechi grazie al Servizio Cani Guida dei Lions

Nuovo cane guida e un inizio di settembre particolarmente positivo per tre nostri amici.
Sono stati infatti assegnati tre nuovi cani guida per ciechi che aiuteranno Maurizio, Daniele e Martina accompagnandoli e guidandoli in tutti i momenti della giornata.
Si tratta di Queen, Quasar e Fai, tre bellissimi esemplari cresciuti ed educati nel nostro centro.

Un ringraziamento a tutte le persone del Servizio per lo splendido lavoro fatto grazie al supporto dei numerosi donatori del centro, e un augurio di tanta felicità per i nostri nuovi amici 🙂

 

3 cani guida a settembre 2017

 

18341765_766293393547583_2704325611452721160_n

cari amici, vi saluto

Cari amici del Servizio Cani Guida Lions,

oggi termina il mio anno di mandato per la gestione del sito web e della pagina Facebook.

Desidero augurare buon lavoro a chi porterà avanti l’attività e salutare e ringraziare tutti voi che avete “animato” il sito web e la pagina Facebook condividendo notizie e testimonianze, post ed immagini.

Grazie anche per i commenti e le condivisioni che in un anno hanno permesso di aumentare il numero delle persone che seguono la pagina e dei “mi piace” che hanno superato i 5000.

Un particolare grazie a Barbara Benato, Giovanni Fossati, Mauro Veronese per il tempo che hanno dedicato a presentarmi questa incredibile organizzazione e per tutti i momenti di confronto.

Questi saluti, in realtà, sono un “arrivederci”: l’attività svolta mi ha permesso sia di entrare nel vivo delle attività della scuola che sarà difficile non continuare a seguire e sostenere, sia di conoscere e stringere amicizia con molti di voi che non posso dimenticare (nella immagine sono con le amiche Renata e Anna al LimbiateDAY2017, testimoni di quanto un cane guida è in grado di cambiare la vita ad un non vedente).

Grazie e arrivederci
Luca – luca@costella.it

like-us-on-facebook-button[1]

5000 “mi piace”

Il 18/08/2017 abbiamo raggiunto (e superato!) i 5000 “mi piace” sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/ServizioCaniGuidaLions

Grazie alle oltre 5000 persone che ci seguono e condividono le notizie e le attività del Servizio Cani Guida Lions aumentando, anche in questo modo, la conoscenza ed il supporto delle nostre attività

Facebook_like_thumb[1]

Labrador Retriever cuccioli nella nursery dei Cani Guida Lions di Limbiate

Labrador Retriever cuccioli, meravigliosa cucciolata di futuri cani guida da crescere a Limbiate con noi del Servizio Cani Guida dei Lions

Dieci bebé cani hanno visto la luce a Limbiate nella nostra nursery. Cerchiamo famiglie disposte a educare questi Labrador Retriever cuccioli.

201708-meravigliosa-cucciolata-foto 2Perché i Labrador Retriever cuccioli? Giovanni Fossati, Presidente della scuola Cani Guida dei Lions di Limbiate, Onlus – Ente Morale che addestra e dona in comodato gratuito cani guida ai non vedenti che ne fanno richiesta in tutta Italia, comunica il lieto evento della nascita di 10 splendidi cuccioli, “dieci angeli a quattro zampe” che cresciuti e addestrati accompagneranno altrettanti non vedenti nella loro vita quotidiana diventando anche fedeli compagni di vita.

“Il 25 luglio 2017 alle 5:15 del mattino è nata Viola, una piccola femmina Labrador Retriver di color nero. Pesa 320 grammi ed è ancora sorda e cieca, ma è già capace di trovare rapidamente i capezzoli di sua mamma Vanily . Viola è la prima nata di una cucciolata di 10 bebé cani, tutti destinati a diventare cani guida per ciechi. Si tratta di una cucciolata di questi futuri supereroi nata nella nostra nuova Nursery.

“Dobbiamo quindi trovare delle famiglie disposte ad accogliere questi cuccioli per circa 10 mesi” prosegue il Presidente Giovanni Fossati. “Le nostre famiglie affidatarie sono volontari che in modo fondamentale alla riuscita della nostra missione. Anche grazie al loro impegno la nostra scuola sarà in grado di offrire un cane guida ben educato a una persona cieca . Tutte le spese (cibo, materiale, veterinario) saranno a carico del Servizio Cani Guida e le nostre famiglie saranno seguite e consigliate dai nostri istruttori per cani guida durante tutto il periodo del giovane futuro cane guida.”

Telefona al numero 02 9964030 oppure scrivici via mail a limbiate@caniguidalions.it e inizia con noi la tua esperienza di famiglia Puppy Walker!

 

Scarica qui l’articolo